Primo incontro «curricolare»: sul tavolo i temi di etica e bioetica

Dopo all’entusiasmante apertura dell’edizione 2019-2020 della SPES, con l’intervento di Raffaele Cantone, gli iscritti al percorso hanno immediatamente la possibilità di tuffarsi nel primo appuntamento «curricolare» della nuova edizione della Scuola. E si apre con il botto: etica e bioetica sono, infatti, i temi della due-giorni ospitata il 22-23 novembre prossimi dai locali del centro culturale «Paolino d’Aquileia» di Udine (via Treppo 5/B).

Si inizia venerdì 22 novembre con Luigina Mortari, pedagogista dell’Università di Verona, che tratterà il tema «Aver cura di sé, prendersi cura della città». L’incontro si svolgerà dalle 18.00 alle 21.00. Per i corsisti, poi, seguirà la cena.

Sabato 23 novembre, dalle 9.00 alle 14.00, full immersion sul tema «Vivere e morire al tempo della biopolitica». Interverrà Massimo Reichlin, bioeticista dell’Università «San Raffaele» di Milano. Seguirà il pranzo.

Oltre agli iscritti alla SPES, la coppia di incontri è aperta anche agli uditori: per partecipare è necessario comunicare la propria presenza all’indirizzo spes@diocesiudine.it entro giovedì 21 novembre. Il costo per gli uditori, comprensivo di materiali e pasti, è di 20 €.

 

I relatori dell’incontro di novembre

Tratto dalla pagina dedicata ai relatori della SPES 2019-2020

Luigina Mortari

È professore ordinario di Epistemologia della ricerca qualitativa e Direttore del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli studi di Verona. Le sue ricerche hanno per oggetto la filosofia dell’educazione, la filosofia e la pratica della cura, la definizione teorica e l’implementazione dei processi di ricerca qualitativi, la formazione dei docenti e dei professionisti sociali, educativi e sanitari, e le politiche formative. Nel 2015 ha pubblicato per Raffaello Cortina Filosofia della cura, vincitore del Premio Nazionale di Editoria Universitaria per la sezione Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche. Tra le sue ultime pubblicazioni, La sapienza del cuore (2017).

Massimo Reichlin

Docente di filosofia morale presso la Facoltà di filosofia dell’Università Vita-Salute S. Raffaele di Milano, dove insegna etica della vita ed etica contemporanea. Insegna inoltre bioetica presso la Facoltà di medicina e chirurgia della medesima Università. Dal 2002 è membro del Comitato etico dell’Istituto scientifico Ospedale S. Raffaele di Milano. Ha pubblicato, fra l’altro: Etica della vita. Nuovi paradigmi morali (Milano 2008); Etica e neuroscienze. Stati vegetativi, malattie degenerative, identità personale (Milano 2012); L’utilitarismo (Bologna 2013).

Condividi questo articolo

Facebooktwitterlinkedinmail

Segui la SPES sui social

Facebooktwitterrssyoutube