Giovani e futuro: alla SPES la lungimiranza di Alcide De Gasperi e le difficoltà delle nuove generazioni

Nel tempo in cui la Chiesa riflette in modo sinodale sul mondo giovanile – dal 3 al 28 ottobre si svolge infatti in Vaticano il Sinodo dei Vescovi sul tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale» -, anche la SPES volge lo sguardo alle nuove generazioni. Ospite dell’incontro di novembre sarà Alessandro Rosina, demografo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, curatore del “Rapporto Giovani” dell’Istituto Toniolo e, recentemente, partecipante ai lavori sinodali. «Timori e speranze delle nuove generazioni» è il tema dell’intervento di Rosina, un appuntamento in programma sabato 24 novembre dalle 9.00 alle 15.30 al centro culturale “Paolino d’Aquileia” di via Treppo 5/B, a Udine. Ad animare il dibattito sarà don Nicola Ban, sacerdote goriziano responsabile per la Pastorale Giovanile del Triveneto.

Sarà interessante confrontare le difficoltà del mondo giovanile odierno con la lungimiranza espressa da Alcide De Gasperi, uno dei padri della nostra Costituzione e della Repubblica. A introdurre la figura del grande statista trentino sarà Giuseppe Tognon, docente all’università LUMSA di Roma e presidente della Fondazione Trentina A. De Gasperi. L’incontro con Tognon, dal titolo «Alcide De Gasperi: l’uomo della speranza», si svolgerà venerdì 23 novembre, dalle 18.00 alle 21.00 sempre nei locali del centro “Paolino d’Aquileia”.

 

Per approfondire:

Condividi questo articolo

Facebooktwitterlinkedinmail

Segui la SPES sui social

Facebooktwitterrssyoutube